Air Italy e Malpensa, combinazione vincente per tornare a volare alto

L’apertura del volo diretto per Delhi consolida l’alleanza e offre nuove opportunità al territorio

Parlare di un ritorno di Malpensa ai massimi livelli probabilmente appare ancora eccessivo. La ferita improvvisa aperta a suo tempo da Alitalia con l’abbandono dello scalo lombardo per ragioni completamente al di fuori di logiche commerciali o strategiche, è ancora aperta.

Ancora una volta però, l’imprenditoria locale ha saputo riorganizzarsi e riprendersi, risalendo la china poco per volta e senza mai arrendersi. Per una volta soprattutto, si è riusciti a fare rete sul territorio, mettendo da parte interessi personali, di categoria o di partito per puntare a un obiettivo condiviso.

Oggi questo obiettivo può dirsi praticamente raggiunto. Malpensa sta tornando ad assumere una dimensione internazionale. Parlare di hub forse è ancora prematuro, ma la direzione è quella giusta e le condizioni ci sono.

Il contesto è certamente tornato favorevole, l’aumento dei voli in generale offre una spinta decisiva. Tuttavia, la concorrenza non manca, sempre a partire da quella interna, e riuscire a tenere testa è un merito indiscusso di chi non hai smesso di credere in Malpensa.

La migliore dimostrazione, le cifre diramate da SEA, con il quarantunesimo trimestre di crescita consecutiva. Nel solo 2018, un +11% di passeggeri. Se all’inizio poteva essere facile, si parlava di cifre ridotte al minimo, ogni mese la sfida diventa più impegnativa. Inoltre, il sesto scalo in Europa per numero di collegamenti diretti. E il nono al mondo.

Air Italy, il partner vincente

Una fetta consistente di questi meriti va condivisa con chi sta giocando una scommessa decisiva su Malpensa. Da quando Air Italy ha deciso di puntare sull’aeroporto lombardo, il cambio di marcia è stato evidente. A livello di voli certamente, ma anche a livello di immagine, utile ad attirare altri vettori. Dove a suo tempo Lufthansa non era riuscita ad assorbire gli spazi lasciati vuoti da Alitalia, oggi ci sta riuscendo la compagnia italo-qatariota.
Non a caso, Air Italy ha scelto una cerimonia in grande stile per rilanciare le proprie ambizioni, in occasione del primo volo diretto da Malpensa a Delhi.

Soprattutto, per Air Italy Delhi diventa la quarta nuova destinazione internazionale del 2018 dopo il lancio di New York, Miami e Bangkok. Come se non bastasse, nella stessa giornata è arrivata l’ufficialità dell’imminente apertura anche di voli diretti su San Francisco e Los Angeles.

“Per l’India, l’Italia è la seconda destinazione turistica in Europa – afferma Rossen Dimitrov – chief operating officer di Air Italy -. Inoltre, il prossimo 13 dicembre inaugureremo anche il diretto verso Mumbai sempre con tre frequenze a settimana. Diventeranno così cinque le rotte intercontinentali attive nel 2018 dal nostro hub di Malpensa”.

Pubblicato il: 7 Dicembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.