Dietro una grande Associazione c’è sempre un grande Presidente

Guidare un gruppo di volontari richiede una disponibilità non comune. Una serie di ritratti, a partire dal Gruppo Pensionati

Ritratti di volontari. Potrei chiamare così questo nuovo appuntamento in cui raccontare delle persone che animano la vita sociale tradatese. Di solito l’attenzione è sulle associazioni o le iniziative. Ho pensato fosse interessante anche parlare dei trascinatori, perché spesso dietro al successo degli eventi c’è proprio la forza di volontà di poche persone, a volte anche una sola.

L’associazione Volontari pensionati di Tradate è una delle poche che richiamano esplicitamente al volontariato già dal nome e la scelta non è stata casuale. Anzi, fortemente voluta dai fondatori per dimostrare la volontà di contribuire attivamente alla vita del territorio, coinvolgendo anziani e pensionati nelle attività organizzate nella sede dall’associazione.

Questa precisazione è molto importante, rispetto alla nuova impostazione pensata e realizzata da Alberta Veronesi attuale presidente e prima donna al vertice dell’associazione. Come spesso capita. ci voleva una donna per realizzare un cambiamento che definire radicale è il minimo.

Alberta ha iniziato da quando era vicepresidente, dovendo sostituire il presidente Stefano Galparoli improvvisamente scomparso. Alle elezioni successive ha raccolto moltissimi attestati di stima che l’hanno riportata a guidare l’associazione, soprattutto grazie a iniziative decisamente innovative rispetto alle quelle tradizionali gioco delle carte e ballo liscio.

Ancora oggi restano punti di forza dell’intrattenimento, ma la novità è stata ritagliare per l’associazione un ruolo da protagonista della vita sociale di Tradate, organizzando iniziative molto diverse come concorsi fotografici online, bandi di scrittura e partecipando a un progetto dedicato alle nuove tecnologie che ha portato, tra l’altro, a inaugurare una Web Radio.

Inoltre, tanto spazio alla collaborazione con altre associazioni: esposizione di acquarelli con il Gruppo Acquarello Pineta, la festa dei Nonni con i bimbi dell’associazione Aquilone, il dialetto della compagnia teatrale Non per caso di Tradate in occasione della festa organizzata per i vent’anni dell’associazione anziani.

Ma la parte più innovativa delle proposte è stata con le iniziative organizzate nelle sedi delle altre associazioni, come il convegno sulla demenza alla Rsa Pineta di Tradate arrivato quest’anno alla quinta edizione.

D’altra parte, la salute è uno dei temi che sta più a cuore all’associazione anziani e ad Alberta in particolare. L’anno scorso, grazie al contributo fondamentale dell’Assessore ai servizi sociali di allora Luigi Luce (a destra nella foto, in un momento della presentazione del nuovo servizio), c’è stato un vero e proprio salto qualitativo con l’inaugurazione dell’infermeria.

Così, oggi è più agevole organizzare il controllo della glicemia che l’associazione diabetici offre una volta l’anno ai frequentatori del centro. Notizia di questi giorni, l’infermeria sarà anche uno dei luoghi dove poter effettuare i test sull’Alzheimer, proposti dalle associazioni che partecipano al progetto Dementia Friendly Community (di cui anche l’associazione anziani fa parte) a margine del convegno organizzato in Settembre alla Rsa Pineta di Tradate, in occasione della giornata mondiale sull’Alzheimer.

Ci sarebbero tante altre iniziative da raccontare (e tante le abbiamo raccontate proprio su queste pagine) ma l’aspetto più rilevante da sottolineare è come Alberta Veronesi abbia trasformato l’associazione, aprendo al territorio e alla condivisione.

michiamoaldo

Pubblicato il: 27 Novembre 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.