Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Tradate
Oltre il tablet c'è molto di più, tanta voglia di imparare dai giovani
Pronto a ripartire, il progetto degli Stati Generali del Welfare raccoglie nuove adesioni e trova nuove ambizioni

16 Ottobre 2017 - Il progetto di volontariato di alternanza scuola-lavoro ha stravolto positivamente la quotidianità delle associazioni, che si sono ritrovate con un buon numero di persone interessate (più o meno volontariamente) a partecipare alla vita sociale. Uno degli aspetti più innovativi di questa collaborazione è che l’alternanza favorisce la comunicazione intergenerazionale e pone le basi per uno scambio di esperienze e crescita reciproci.

Nel progetto dei Tablet, inaugurato nel 2014 nell’ambito degli Stati Generali del Welfare, l’intuizione che le nuove tecnologie non avrebbero faticato a coinvolgere persone anziane, si è saldata velocemente alla collaborazione con gli studenti dell’Istituto Geymonat di Tradate iscritti al progetto di alternanza scuola-lavoro. Una collaborazione che in questi anni si è affinata, come accade sempre nei buoni progetti, a partire dall’organizzazione. Infatti, gli studenti del Geymonat in questi giorni sono già stati informati circa le attività cui possono partecipare e sono alle prese con la scelta.

Il gruppo dei tablettisti in questi anni è aumentato numericamente, ma anche il livello delle competenze è migliorato. Per questo oltre al gruppo storico meno fragile dal punto di vista tecnologico, quest’anno i ragazzi si troveranno di fronte anche quelli che hanno iniziato da poco o iniziano quest’anno.

Tutti comunque non vedono l’ora di relazionarsi coi giovani istruttori per proseguire (o iniziare) il percorso tecnologico intrapreso e ha tra gli obiettivi principali quello di essere e mantenersi informati rispetto ai servizi disponibili sul territorio e che li riguarda. Proprio partendo da questo obiettivo, quest’anno l’architettura dell’attività del Tablet è pensata per risultati ambiziosi, che una volta raggiunti saranno però di piena soddisfazione per tutti.

Per questo motivo oltre al tempo dedicato all’approfondimento del funzionamento di base verranno costituiti dei gruppi per mettere in pratica quanto appreso. Per esempio, un gruppo si dedicherà a realizzare e aggiornare una pagina Facebook con informazioni che riguardano i volontari (ma non solo) nell’ambito dei vari progetti.

Non solo Tablet, infatti l’idea è di allargare ad ogni altra iniziativa con cui sarà possibile collaborare. E non solo Facebook, infatti un gruppo, si dedicherà a Instagram, in forza della considerazione che la fotografia ha diversi appassionati (tra i tablettisti) che ne hanno fatto richiesta. Ma le novità non sono solo queste, ne sapremo di più quando gli studenti avranno deciso a quali progetti partecipare.

 

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129