Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Provincia
Porte socchiuse per i giovani da un mondo del lavoro povero di opportunità
Resta delicata la situazione per la ricerca del primo impiego. La Provincia non intente abbassare la guardia nell'assistenza

11 Aprile 2017 - Ampiamente meglio rispetto alla media nazionale, male però rispetto al resto della Lombardia. Quando l'argomento in questione è l'occupazione giovanile, sono questi ultimi i dati sui quali è necessario concentrarsi "In un contesto di generale diminuzione regionale del tasso di disoccupazione giovanile (15-29 anni), nel 2016 al 18,7%, in provincia di Varese si registra una percentuale sopra la media regionale pari al 24%. – spiega Giuseppe Licata, Consigliere alle Politiche del Lavoro della Provincia di Varese –. Percentuali comunque al di sotto della media nazionale del 28%".

Numeri tuttavia testimonianza di una riconosciuta tendenza al ridimensionamento del tessuto imprenditoriale nel nostro territorio. "Dalle cifre emerge la delicatezza della fase storica che stiamo vivendo sotto il profilo occupazionale - sottolinea Licata -. Per tale motivo credo sarà determinante la capacità di tutti gli attori del sistema provinciale a fare rete, supportando concretamente chi cerca un lavoro e nello stesso tempo chi decide di fare impresa, particolarmente i giovani, portatori sani di creatività e coraggio imprenditoriale".

Nell’ambito del servizio provinciale di consulenza e orientamento sono stati gestiti 379 gruppi per un numero complessivo pari a 4.864 partecipanti. Per quanto riguarda i percorsi di inserimento nel mondo del lavoro, tramite lo strumento della dote o del tirocinio, sono stati attivati 846 tirocini e 218 doti Garanzia Giovani gestite. Per la preselezione utile a far incontrare lavoratrici/lavoratori e aziende in cerca di personale sono stati 846 i posti di lavoro per cui è stato richiesto il servizio da aziende del territorio, 4.680 segnalazioni di lavoratori e lavoratrici. Per l’accesso alle selezioni delle Pubbliche Amministrazioni per figure per cui non è previsto un concorso, le autocandidature gestire sono state 338. I Cpi inoltre garantiscono anche servizi di informazione sul mondo del lavoro e della formazione e i contatti stimati sono 78.825.

Quando si parla di Collocamento Mirato Disabili, viene garantita una ulteriore serie di attività specifiche, sia di tipo amministrativo (per esempio certificazioni legate agli obblighi di assunzione previsti dalla normativa relativa al collocamento delle persone disabili, erogazione di incentivi all'assunzione), sia legate all'incontro tra domanda e offerta di lavoro, quali per esempio la stipula di convenzioni, che disciplinano tempi e modalità di inserimento in azienda della persona disabile.

Nel 2016 i dati riguardanti questo tipo di attività registrano 7.500 persone iscritte, di cui 782 nuovi. Sono stati effettuati 259 colloqui di orientamento erogati a lavoratori e lavoratrici e rilasciati 782 certificati di ottemperanza emessi su richiesta delle aziende, con 215 nuove convenzioni per l'inserimento lavorativo stipulate con aziende del territorio.

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129