Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Tradate
Squadre miste anziani-studenti scendono in campo per superare le barriere
L'iniziativa Tradate per tutti muove gruppi di cittadini alla ricerca dei tanti piccoli ostacoli, per tanti spesso insormontabili

21 Febbraio 2017 - Tradate per tutti è il titolo dell'ultima iniziativa rivolta al monitoraggio di parcheggi e barriere architettoniche. Un titolo volutamente inclusivo, per un evento organizzato dalle Associazioni dell’area disabili iscritte agli Stati generali del welfare locale, l’iniziativa dell’assessorato ai servizi sociali finalizzata a innovare i servizi di welfare sul territorio.

Come ha tenuto a precisare Gabriella Colombo, referente per il Comune di Tradate delle Associazioni dell’area disabili Tradate per tutti non è una scelta casuale. Infatti, quando si parla di abbattimento di barriere architettoniche si pensa sempre alle categorie di estremo disagio. In realtà, il tema dell’accessibilità urbana include la possibilità che tutte le persone interessate da forme di disabilità motoria o sensoriale possano raggiungere una meta prefissata. Per questo motivo, l’iniziativa tiene in considerazione l’aumento sempre più percepibile della popolazione anziana (portatrice di numerose patologie degenerative), delle persone colpite da infortunio (costrette a limitazione nella loro mobilità), delle donne in gravidanza (ma anche genitori e nonni alle prese coi passeggini).

Con queste finalità sono stati coinvolti l’Istituto Don Milani geometri di Tradate e l’Istituto Comprensivo Galilei di Tradate, dai quali sono arrivati più di 80 ragazzi suddivisi in gruppi. A ognuno, il compito di percorrere un tragitto per rilevare ostacoli, dislivelli, gradini ecc. Ogni gruppo disponeva di volontari della Protezione civile e dell’associazione Alpini di Tradate, in modo che potessero muoversi in sicurezza. Inoltre, ogni gruppo è stato accompagnato da un vigile urbano per tutto il percorso.

Tutti i gruppi erano ben visibili, in quanto dotati di un bel cappellino giallo. Prima della partenza hanno ricevuto il saluto del sindaco Laura Cavalotti, sempre presente quando ci sono giovani impegnati in qualche attività e pronta a ringraziarli della partecipazione. Al termine dei percorsi, appuntamento presso la sede dell’Associazione Alpini di Tradate, dove i ragazzi hanno trovato pronto the caldo e biscotti in abbondanza e dove è stato possibile porre le basi per prossime iniziative che riguarderanno le altre zone di Tradate.

Dopo il monitoraggio dei punti critici, il progetto prevede che le informazioni raccolte vengano elaborate dagli studenti insieme ai loro professori. Successivamente, saranno proposte all’Amministrazione per valutarne la fattibilità dal punto di vista tecnico. Un altro aspetto interessante del progetto è stato chiedere ad alcuni studenti di sedersi sulle carrozzine per verificare quali difficoltà devono affrontare i disabili quotidianamente. Il risultato è stato che di fronte a ostacoli come un gradino che la carrozzina non riusciva a superare, istintivamente si alzavano per favorire il proseguimento. Proprio in quella occasione diventava concreto il disagio di chi non può alzarsi dalla carrozzina. 

L’evento ha avuto un grande successo e durante i percorsi molti curiosi hanno domandato il significato dell’iniziativa, finendo anche per accompagnare i ragazzi impegnati nella mappatura. Giuseppe Munitello,  vicepresidente dell’associazione Vite diverse onlus, ha assicurato che visto il successo di adesione di volontari ma anche di pubblico interessato, appena le proposte di miglioramento verranno consegnate all’Amministrazione sarà possibile organizzare una nuova iniziativa per completare la mappatura di Tradate. Munitello ha ricordato che per organizzare questo evento ci sono voluti quasi tre mesi per concordare una data alla quale potessero aderire tutte le forze di volontari necessarie per mettere in sicurezza i ragazzi che avrebbero girato per la città. Un evento di successo che si dimostrerà anche estremamente utile alla comunità.

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129