Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Tradate
Dialetto e musica, per una Divina Commedia da rivivere fino all'ultimo verso
Un pubblico appassionato ha seguito la proposta originale di Quelli delle Ceppine, grazie alla creatività di Emilio Baroffio

9 Febbraio 2017 - Sabato 28 Gennaio, nella sede dell’associazione di Tradate Quelli delle Ceppine – gruppo storico culturale, un'iniziativa molto particolare ha coinvolto e attirato l’attenzione di molti residenti del rione Ceppine e altrettanti curiosi provenienti da tutta Tradate. Come prevedibile, il nome di Dante Alighieri è di assoluto richiamo per gli appassionati di storia e letteratura, ma il fatto di ascoltarlo in dialetto è un’occasione unica.

E’ quanto accaduto grazie ad Emilio Baroffio, artista appassionato (anche) della Divina Commedia al punto da averla tradotta in dialetto. La serata è stata pensata e presentata in modo che l’artista di fronte al pubblico ha prima spiegato in italiano il significato delle parole poco comprensibili e poi letto lui stesso la versione dialettale. Per completare la scenografia non poteva mancare la musica e infatti….una bravissima suonatrice d’arpa del liceo musicale Bellini di Tradate ha reso l’atmosfera molto coinvolgente.

L’associazione Quelli delle Ceppine – gruppo storico culturale si è costituita di recente, anche se i primi discorsi risalgono agli incontri convocati nell’ambito della consulta del rione Ceppine. Si tratta di un organismo voluto dall’Amministrazione comunale di Tradate per raccogliere eventuali istanze dei residenti e informare sulle iniziative istituzionali.

Dalle parole si è passati ai fatti dopo il successo di partecipazione di eventi come l’inaugurazione della stele della prima Chiesa di Sant’Anna e la prima festa Vicini a tavola dell’Ottobre 2015. L’adesione da parte dei cittadini ha fatto rompere gli indugi ed è stato registrato l’atto costitutivo con la nomina di Giuliano Patracchini come presidente. La sede dell’associazione è presso la scuola elementare di via Rosmini (ingresso palestra) ed è aperta a tutti quanti saranno interessati alle varie iniziative.

Al termine della serata dedicata a Dante, il presidente ha precisato come presto ci saranno altre iniziative e ha tenuto a sottolineare che la vocazione dell’Associazione sarà di valorizzare il territorio, nell’intento di conservarne i ricordi, la cultura e le tradizioni di chi, pietra su pietra, lo ha costruito. Rivolgendosi soprattutto al rione e prendendo spunto da proposte e suggerimenti di chi lo abita.

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129