Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Castellanza
La disfida delle querce alla ricerca di arbitri in Regione, trova anche speculazioni
Maggioranza e opposizioni si confrontano davanti alla Commissione ambiente, con aspre critiche dagli esponenti del PD

9 Febbraio 2017 - Portare in Regione Lombardia una discussione tutto sommato molto circoscritta come il destino delle querce rosse nel cimitero di Castellanza, può anche apparire eccessivo. Tuttavia, condannare la disponibilità a ricevere dei cittadini insoddisfatti delle decisioni di un Sindaco, e il Sindaco stesso, riesce di gran lunga ad apparire molto più criticabile. Anzi, averne di consiglieri regionali disposti a dedicare più tempo all'ascolto della popolazione e magari un po' meno alle dichiarazioni di circostanza. Da non sottovalutare inoltre, l'utilità di un confronto tra entrambe le parti, in una sorta di territorio neutrale.

Probabilmente tutto ciò non aiuterà più di tanto a risolvere la situazione in un senso o nell'altro. Se la Giunta resta convinta della propria decisione, il destino delle piante molto probabilmente è segnato. Nel frattempo però, ciascuno resta libero di agire come meglio ritiene opportuno.

Si è svolta quindi come da programma l'audizione presso la Commissione Ambiente e Protezione civile con gli esponenti del Consiglio comunale. "L'impegno della Commissione è quello di ascoltare le ragioni dei cittadini e del Comune che ci hanno espresso i loro punti di vista sul tema - sottolinea il Presidente Luca Marsico -. Per quanto ci riguarda, possiamo solo tentare di favorire soluzioni che vadano verso la strada di preservare il patrimonio arboreo e sono certo ci sarà un impegno congiunto per arrivare a questo risultato".

La sola notizia dell'incontro non aveva però mancato di sollevare critiche, all'interno della stessa Regione Lombardia. "Se la Commissione Ambiente spreca il tempo per trattare argomenti di interesse strettamente locale, significa che non ci sono più temi importanti di cui occuparsi - accusano Laura Barzaghi consigliere del PD, e Alessandro Alfieri, segretario regionale dei democratici -. A noi pare che occuparsi di queste tematiche, così localistiche e particolari, rappresenti uno spreco di energie regionali".

Prevedibile la posizione sull'argomento. "La motivazione della sostituzione si è resa necessaria - dichiarano Barzaghi e Alfieri -. Le radici stanno sollevando la pavimentazione del cimitero, procurando disagi e pericolo per i visitatori". Una difesa d'ufficio dell'Amministrazione locale, da persone alle quali sarebbe interessante chiedere dove si trovi con esattezza il cimitero di Castellanza. Senza inoltre tenere conto di come tra le stesse file di chi ha chiesto il colloquio si trovi anche un esponente storico della sinistra locale, Michele Palazzo, facendo in questo caso il percorso inverso e trasportando a livello locale un po' di quella confusione ormai tipica del partito.

 

 

 

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129