Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Tradate
Dopo il tablet la radio, la fame di tecnologia dell'area anziani non si sazia mai
Subito dopo la presentazione, i protagonisti di Web Radio Tradate si mettono al lavoro per il primo podcast

31 Gennaio 2017 - Un nuovo importante successo segna il percorso tecnologico del gruppo anziani di Tradate. Sabato 28 gennaio infatti, è stata ufficialmente presentata la neo costituita Web Radio Tradate. Grande l'interesse creatosi intorno all'ultima iniziativa dalle Associazioni dell’area anziani nell’ambito degli Stati Generali del Welfare. Nell'occasione, accanto ai rappresentanti delle istituzioni, i volontari di alcune delle Associazioni iscritte agli Stati Generali (tra i quali Monica Ravarotto della Fondazione Velini, Alberta Veronesi e Calogero responsabili dell’associazione anziani di Tradate) e un gruppo di over 65 che partecipano al progetto dei Tablet, in cui sono impegnati a imparare come si utilizza la posta elettronica e dove studenti dell’istituto Geymonat di Tradate svolgono la funzione di facilitatori affiancandoli nell’attività.

Assenti giustificati gli stessi studenti, al Sabato mattina ancora a scuola. La presenza dei protagonisti del progetto dei tablet non è casuale, infatti l’idea di realizzare una Web Radio è arrivata durante gli incontri intergenerazionali per avvicinarsi alla tecnologia digitale. Bene informato sulle caratteristiche fondamentali dell’iniziativa, nel proprio intervento Luigi Luce, vicesindaco e assessore ai servizi sociali di Tradate, ha delineato aspetti in comune con alcuni degli obiettivi dell’Amministrazione. Per esempio, rendere le attività del “palazzo” (il Comune) il più trasparente possibile e accessibile a tutti i cittadini interessati. In questo senso la struttura di una radio prevalentemente parlata, la rende particolarmente adatta e il fatto di voler partire dal basso coinvolgendo soprattutto le Associazioni più piccole (che faticano a trovare spazio nei media più importanti) e i piccoli eventi di Tradate, coincide con l’obiettivo di raggiungere e informare anche le persone che sembrano più lontane e rischiano la solitudine.

La solitudine è stata anche tra le considerazioni del sindaco Laura Cavalotti, pronta a sottolineare la necessità di sostenere le iniziative a contrasto dell’isolamento. La proposta di un palinsesto parlato per informare, rappresenta un valore aggiunto che abbinato alla continuità nella proposta delle attività, consente di raggiungere gli obiettivi prefissati.

L’intervento di Mariella Luciani, responsabile dei servizi sociali, ha completato il quadro istituzionale, incalzando i volontari su alcuni aspetti essenziali che riguardano l’iniziativa, in particolare il nome della radio e gli aspetti tecnici di base. I volontari hanno raccontato come Web Radio Tradate sia stato il nome più votato perché molto semplice e facile da ricordare. Mentre dal punto di vista tecnico, assenti i veri custodi dei particolari, gli studenti, è stata ricordata l’adesione alla piattaforma Spreaker che permette di trasmettere in diretta o differita condividendo i contenuti sui social, coinvolgendo gli ascoltatori nella diretta o leggendo il commenti, programmando il palinsesto che meglio si adatta al pubblico che si intende raggiungere, verificando i propri dati ascolto e tanto altro.

Importante anche richiamare come la piattaforma sia assolutamente gratuita, con la possibilità nella forma a pagamento di aggiungere strumenti che migliorano la programmazione. Tuttavia, la forma gratuita non incide sulla qualità del contenuto che dipenderà esclusivamente dal palinsesto proposto, dall’impegno dei volontari e dalla disponibilità degli ospiti e da tutti quanti credono nell’iniziativa.

La collaborazione con le Associazioni è iniziata lo stesso sabato sera, con la registrazione di un podcast su una iniziativa del gruppo storico-culturale Quelli delle Ceppine e di cui racconteremo prossimamente.

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129