Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Castiglione Olona
La Collegiata al centro di un panorama unico, il valore di una Valle Olona compatta
La visita del Presidente della Provincia Vincenzi riporta d'attualità un potenziale grande solo con il lavoro di squadra

19 Gennaio 2017 - Quanto siano belli e preziosi tanti piccoli tesori racchiusi nella Valle Olona, spesso è un segreto più per i suoi abitanti che per chi li scopre arrivando da fuori. Quanto tali ricchezze potrebbero essere valorizzate per provare a rilanciare la martoriata economia locale investendo più tempo che risorse nel turismo è una missione altrettanto nota quanto disperata. L'impegno in questa direzione non deve tuttavia mancare e ricordare ogni tanto il valore del territorio nel quale si vive è sempre qualcosa di utile.

L'ultimo passo in questa direzione arriva da Gunnar Vincenzi, Presidente della Provincia di Varese, in questi giorni in visita a un luogo unico come Castiglione Olona. "Avevo già visitato il Battistero affrescato dal Masolino per conto mio – afferma Vincenzi -. Avere però la possibilità di fare una visita guidata di questi luoghi è davvero un'esperienza emozionante e permette di cogliere tutta la profonda bellezza delle tante testimonianze artistiche e architettoniche che rendono Castiglione Olona pregevole, sia come punto di riferimento per l'arte italiana sia come sito di richiamo internazionale".

Nell'occasione, al ruolo di guida si sono prestate due figure s'eccezione, come don Ambrogio Cortese e il direttore del complesso museale Dario Poretti. "Ringrazio entrambi per l'invito, l'accoglienza e la bella occasione offertami di conoscenza e approfondimento", sottolinea il Presidente.

La Collegiata sorge sul colle più alto del borgo, parte del complesso museale che comprende la Chiesa e il Battistero, proprietà della Parrocchia. "L'importanza di Castiglione Olona nella storia dell'arte italiana è nota a tanti - osserva Vincenzi -. Dialogando sia con don Ambrogio sia con il direttore Poretti sono state fatte valutazioni su come poter valorizzare ancor di più questo patrimonio artistico pittorico, anche in considerazione del fatto che Castiglione Olona si trova in una porzione di territorio ricca di monumenti e testimonianze storiche di grandissima rilevanza. Per questo motivo stiamo valutando una serie di azioni e iniziative utili a promuovere il nostro importante patrimonio sia a livello provinciale sia su scala regionale e nazionale".

Una considerazione importante, soprattutto per quanto riguarda la visione di insieme con gli altri tesori della Valle Olona (Scavi di Castelseprio e Monastero Cairate solo per citare i più famosi, ma senza sottovalutare l'importanza di luoghi come il Lazzaretto di Marnate, il Parco dell'Acqua a Gorla Maggiore o il Mulino Salmoiraghi e il castello Visconteo a Fagnano Olona) che si trovano a poca distanza e raggiungibili con percorsi altrettanto preziosi dal punto di vista turistico come la pista ciclopedonale, per quanto al momento disperatamente bisognosa di manutenzione.

Quella visione di insieme alla quale i Comuni da troppi anni a questa parte hanno deciso di rinunciare, nel nome di una maggiore potenzialità del singolo solo presunta e ben difficile da dimostrare come più vantaggiosa di un lavoro di squadra. A ben guardare una soluzione già pronta, servita su un piatto d'argento esiste già. Si chiama Ecomuseo della Valle Olona ed è già pronta per passare all'azione al solo prezzo di una firma o poco più. A condizione però, di voler fare gioco di squadra e non ostinarsi a tutti i costi a correre da soli.

 

 

 

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129