Notiziario Agenda Tempo Libero Immagini Storia Comuni Associazioni Ecomuseo

Contatti

Fagnano Olona
Nella notte delle streghe, la paura si trasforma in magia per la Valle Olona
Successo oltre ogni attesa per l'appuntamento organizzato dai Calimali in uno scenario unico e suggestivo

2 Novembre 2016 - Impensabile, imprevedibile, eccezionale, memorabile. Sono solo alcuni degli aggettivi spesso messi in bella mostra su titoli e copertine dei giornali al solo scopo di attirare l'attenzione e agevolare le vendite. In alcuni rari casi però, sono anche solo alcuni di quelli necessari a raccontare a dovere un evento. Nel caso specifico, quanto successo nella tarda sera dello scorso 31 ottobre a Fagnano Olona, nella notte di Halloween.

A ulteriore dimostrazione di come si possa lavorare con buone idee, spirito di gruppo e tanta voglia di darsi da fare, La notte delle streghe, proposta dalla Contrada dei Calimali, ha raccolto un successo superiore a ogni attesa. Buona parte del merito, oltre al modo del tutto originale di tradurre in pratica un'idea tutto sommato comune, la collaborazione con diverse Associazioni del paese, con una grande dimostrazione di responsabilità e volontà di raggiungere un obiettivo comune. Una lezione non da poco per una Valle Olona sempre più rintanata in sè stessa e vittima di un immobilismo ben più spettrale e scheletrico di quello legato all'atmosfera di Halloween.

Un successo oltre le già alte attese degli organizzatori. Predisporre un'ampia area di posteggio non è infatti stato sufficiente. Buona parte di Fagnano Olona ha dovuto fare i conti con un traffico inatteso.

"Al ringraziamento per le associazioni che hanno collaborato per la straordinaria riuscita della notte delle streghe, aggiungiamo il nostro grazie alla Polizia locale Fagnano, e naturalmente all'amministrazione comunale che ha patrocinato l'iniziativa - commenta l'Associazione - Ci scusiamo con i cittadini fagnanesi che hanno subito disagi per l'imprevisto traffico di automobili che hanno invaso le strade della nostra periferia".

Un imprevisto tuttavia, con il quale si vorrebbe avere a che fare più spesso. Partiti da via Marmolada, in prossimità della Valle Olona, un corteo inizialmente composto da non più di un centinaio di persone si è mosso in direzione di Solbiate Olona lungo la Passeggiata ecologica. Qua, nel buio, mentre aspettavano i primi incontri spettrali offerti dalla Pro Loco e dalla Scuola d'arme magli d'acciaio, un primo incantesimo faceva allungare la fila in misura già importante.

Scendendo verso il fondovalle (lungo una strada riparata a spese degli stessi Calimali dopo numerose richieste andate a vuoto, e altrimenti molto pericolosa fino a pochi giorni fa), iniziava però a compiersi una vera magia. Di fronte all'eccezionale spettacolo di fantasmi in attesa di un fantomatico treno offerto dalla Compagnia teatrale la Marmotta, si è presto accalcata una folla tale da rendere problematico il passaggio.

Da lì, il cammino di un serpentone di cui si poteva vedere l'inizio ma non la fine è proseguito verso Calipolis, passando per impiccati sul ponte dell'Olona, lupi mannari, streghe e altre scene spettrali allestite ad arte, grazie anche al supporto dell'Associazione l'Ombelico del mondo. Mentre all'arrivo i genitori potevano mettere da parte per qualche momento incantesimi e rifocillarsi in modo più tradizionale al ritmo di castagne, frittelle e vin brulè, i più piccoli continuato la festa a tema tra labirinti, streghe e altre sorprese.

Il tutto in quell'atmosfera tanto naturale quanto efficace offerta dalla Valle Olona in una notte autunnale. Alla fine però, a colpire più di ogni altra cosa resta l'enorme partecipazione. Difficile azzardare una stima affidabile. Basti indicare come a circa mezz'ora dall'arrivo della comitiva a Calipolis, praticamente tutti i 2,5 Km del percorso allestito fossero tracciati dalle lampade dei partecipanti. Ancora mezz'ora dopo, i sentieri di accesso alla Valle erano praticamente bloccati e percorribili molto lentamente a senso unico.

Passata la notte di Halloween, a dover mettere paura ai troppi amministratori timidi e a qualche visione molto limitata dovrebbe essere la dimostrazione di quanto possa valere la Valle Olona con la giusta dose di buona volontà. Ora che Girinvalle non è più l'unica dimostrazione della possibilità di attirare migliaia di persone, ignorare le potenzialità del territorio e del lavoro di squadra ha una scusa di meno

Le foto della serata su Facebook

 

Privacy Policy
Volete restare sempre aggiornati?
Iscrivetevi alla newsletter

Stock Photography
Tutti i diritti riservati - E' vietata la riproduzione, anche parziale dei contenuti, senza autorizzazione
Testata registrata presso il Tribunale di Busto Arsizio n. 09/09
P.IVA 02231370129