Segnalazione notizie
Richiesta informazioni
Lettere alla redazione
Forum
Notiziario Agenda Tempo Libero Storia Comuni Immagini Aziende Associazioni Sport Contatti
 
Valle Olona
Vacanze con i compiti per l'Ecomuseo
Bilancio positivo per la prima stagione conclusa a Marnate

11 Luglio 2013 - Con l'incontro del 5 luglio scorso a Marnate, si può considerare ufficialmente chiusa la prima stagione di lavori per rilanciare il progetto di Ecomuseo in Valle Olona. Oltre all'ormai usuale obiettivo di portare in tutti i paesi interessati il messaggio e raccogliere osservazioni e proposte della popolazione, il quinto appuntamento di una serie che per l'autunno ha già in calendario nuovi incontri è inevitabilmente stato anche il momento dei bilanci e di uno scambio di opinioni non più sulla base solo di progetti, ma analizzando l'operato finora compiuto.

Il desiderio di presentarsi in uno dei paesi la cui Amministrazione ha da subito sposato e sostenuto l'idea si è scontrato con un margine di tempo ridotto per promuovere l'appuntamento. A farne le spese, una partecipazione inferiore alla media degli incontri precedenti, compensata da una qualità degli interventi capace di andare oltre la semplice informazione. Un primo importante segnale di quanto il progetto stia prendendo corpo.

Da sottolineare infatti prima di tutto l'interesse riscosso dall'idea di rilanciare l'Ecomuseo della Valle Olona anche al di fuori dei confini, spesso addirittura più che in alcuni paesi all'interno del perimetro. Vannina Palamidese e Alessio Marinoni infatti, in rappresentanza anche dell'Amministrazione di Legnano, hanno voluto offrire il proprio contributo a nome della Famiglia Legnanese, impegnata tra l'altro nel Progetto Museologico del Castello di Legnano. Un lavoro che coinvolgerà anche la Valle Olona e come tale capace di dimostrare quanto il lavoro svolto per l'Ecomuseo possa rivelarsi utile anche al di fuori dei confini. Al riguardo, il principio più importante emerso dalla discussione conferma come i margini geografici delimitino solo l'area di interesse, mentre ogni iniziativa che riguarda il territorio può nascere e crescere anche al di fuori.

Per quanto riguarda invece il percorso formale del progetto, per la prima volta il gruppo di lavoro che fino a oggi ha seguito in prima persona i lavori si è presentato pubblicamente raccolto sotto le insegne dell'Associazione In cammino verso l'Ecomuseo. Considerata infatti conclusa la prima fase dove il compito più importante era fare una sorta di traino per risvegliare l'attenzione, ora il ruolo di Associazione è di lasciare a un gruppo più ristretto il compito di redigere lo Statuto secondo i dettami della Legge Regionale e affiancarsi a tutte le altre Associazioni e Amministrazioni nel lavoro di revisione e messa a punto del testo. Uno degli obiettivi più importanti per il rientro dopo la pausa estiva.

"È un passaggio fondamentale, anche se all'apparenza può sembrare poco più che formale – spiega Michele Palazzo dell'Associazione In Cammino verso l'Ecomuseo della Valle Olona -. L'impegno per sostenere il progetto, organizzare eventi e incontri naturalmente resterà invariato, ma è anche il momento di mettere a disposizione di chiunque sia interessato il lavoro svolto finora".

Diversi altri spunti interessanti sono emersi nel corso della serata. A nome del Comitato Tecnico-Scientifico, Ugo Marelli ha presentato un primo punto dei lavori. Organizzatosi in tre sezioni in base alle singole competenze, ha preso il via il difficile compito di realizzare la mappatura, appena pronta anche in parte resa pubblica attraverso una serie di schede, dei beni materiali e immateriali, punto cruciale della procedura per ottenere il riconoscimento di Regione Lombardia.

Per quanto riguarda un altro punto delicato, lo Statuto, Mauro Chiavarini, Assessore di Gorla Minore e membro del relativo gruppo di lavoro, ha analizzato e illustrato i punti ancora da definire con maggiore dettaglio. Tra questi, oltre a un logo e a una sede ci sarà da individuare una denominazione ufficiale.

Interessanti infine, alcuni spunti arrivati ancora dal pubblico. L'architetto Paolo Torresan ha per esempio richiamato l'attenzione sui legami tra Ecomuseo e PGT, con un richiamo inoltre a Expo 2015. Due temi sui quali il progetto non è ancora in condizione di intervenire e, soprattutto il primo, con tutta probabilità al momento fuori dalle competenze.

Incoraggiante poi, l'invito presentato da Flavio Castiglioni, Consigliere di Marnate e portavoce della Sezione locale di Legambiente a proseguire senza indugi nel progetto, e a non lasciarsi scoraggiare dalle difficoltà e, soprattutto, nel non aver paura ad avanzare richieste alle Amministrazioni. Un invito che sarà prontamente accolto, e in parte lo è già stato fatto con la richiesta pubblica di interessarsi alla questione della sede.

"Personalmente, mi riterrò soddisfatto solo quando avremo la possibilità di parlare di persona a tutti e Comuni e tutte le Associazioni del territorio insieme – conclude Giuseppe Goglio dell'Associazione In Cammino verso l'Ecomuseo della Valle Olona -, anche se non possiamo non essere soddisfatti dagli argomenti emersi in questa serata. Ho solo un rammarico per questa serata, non aver potuto incontrare nessuno delle Associazioni di Marnate".

 

Volete dire la vostra?

In bacheca c'è sempre posto

 
Scaricate l'articolo in formato pdf
 
 
Ricerca personalizzata
Volete essere sempre aggiornati sulle ultime novità? Iscrivetevi alla newsletter
 
Notiziario   Home Page