Notiziario Agenda Tempo libero Storia Comuni Immagini Aziende Associazioni Sport Contatti

 

Forum

La pista ciclabile della Valle Olona

 

Attenzione

A partire dal 15 Luglio 2008 il Forum sulla pista ciclopedonale della Valle Olona è trasferito all'indirizzo: http://paliovalleolona.forumfree.org/index.php
Per partecipare non è necessario effettuare la registrazione
 

 

Diversi Sindaci della Valle Olona stanno appoggiando un progetto (che dai primi di marzo 2004 risulta approvato e finanziato, salvo poi subire regolarmente rinvii) per la realizzazione di una pista ciclabile sul fondovalle, magari ricalcando il percorso della ferrovia della Valmorea.
La Provincia ha fatto il proprio il progetto e dichiara di voler passare a breve alla fase operativa.

Cosa ne pensate?

 
 

Attenzione

A partire dal 15 Luglio 2008 il Forum sulla pista ciclopedonale Valle Olona è trasferito all'indirizzo: http://paliovalleolona.forumfree.org/index.php
Per partecipare non è necessario effettuare la registrazione
 

  • 12/6/2008 - Laura

  • da olgiate olona a gallarate Buongiorno a tutti, abito a olgiate da un anno e lavoro a gallarate.
    Qualcuno conosce un percorso non mortale alternativo al sempione per raggiungere gallarate in bicicletta senza allungare troppo il percorso?
    Grazie in anticipo
     
  • 25/3/2008 - Zanrosso
    piste ciclabili e ferrovia:
    carissimi tutti forza non mollate mai continuate a parlare di queste cose ciò può smovere tutte quelle testoline benpensanti a ridarci un futuro meno inquinato e più umano.per quei pochi che preferiscono spendere per l'inquinamento delle macchine be pensateci.viva la bici viva il treno zanrosso

    12/2/2008 - Gabriele
    Sono anni che saltuariamente percorro la valle olona in mountain bike ( sono finito anche nel bel mezzo del rave parti dell'anno passato... ) , e devo dire come sottolineato da altri che il problema maggiore non è tanto la praticabilità, quanto l'odore che si sprigiona nei mesi caldi, davvero insopportabile e chissà, forse anche nocivo. Per questo in estate o comunque in tarda primavera ( come penso molta altra gente ) mi spingo verso altre zone tipo parco pineta o altre aree tipo le vie verdi del ticino. Altro problema rimane il fatto che essendo a fondovalle la risalita può essere faticosa e scoraggiare le persone più anziane o meno allenate.
     
  • 18/10/2007 Marco
    pericolo in valle olona: Brutte notizie per chi sperava in una rinaturalizzazione della valle Olona, cosi come sono brutte per chi si lamenta dell'olezzo che il fiume emana.
    Infatti tra Cairate e Lonate Ceppino nel fondo valle, praticamente sul greto del fiume opera la "lepori snc" nella cui sede vengono ricevuti, bruciati e smaltiti, olii esausti e rifiuti pericolosi. Il lezzo (un odore acre) emanato dai depositi e dagli impianti di incenerimento si diffonde spesso da Lonate ceppino a cairate fino a Fagnano e con il vento favorevole talvolta giunge fino alle prime propaggini di Tradate. Come se non bastasse qualche mese fa, i comuni di Lonate e Cairate hanno approvato l'ampliamentodei magazzini e degli impianti di incenerimento. I lavori sono in corso, potete vederlo con i vostri occhi poco prima di Lonate Ceppino nella parte terminale dell'ex cartiera.
    Oltre al problema odore c'è il pericolo che detti rifiuti nelle vicinaze di un fiume costituiscono. Sulla vicenda ci sono molti dettagli aggiuntivi che ometto per non dilungarmi ma chi fosse interessato puo contattarmi.
    Ciao marcolinneo@libero.it.
     
  • 11/10/2007 - Gianni
    OK. il successo della pista ciclopedonale è sotto gli occhi di tutti.
    adesso servirebbe il prolungamento verso lozza per renderla più ad ampio respiro attraverso tutto il territorio a sud di varese.

    1/10/2007 - Marco
    Grossa idea: Bella bella bella...io la percorro 3/4 volte alla settimana perchè mi è di transito quando esco in mountain bike ad allenarmi. I lavori fatti sono veramenti notevoli, non dappertutto in Italia si vedono queste cose; bisognerebbe solo far evitare gli scarichi di "robbaccia" dentro l'Olona il quale lezzo a volte è veramente insopportabile...e che dire della schiuma.


  • In tutto questo però c'è un'idea che a me balena nella testa da un pò: si possono recuperare delle zone industriali abbandonate in Valle con dei progetti di interesse naturale/turistico, tipo un bike park o una skate park anche per i ragazzi; in questo modo si potrebbe evitare che girino con BMX e Skates su marciapiedi e panchine!!!
  • 27/8/2007 - Gabriele

  • l'odore del fiume: la pista ciclabile è una bellissima iniziativa però non bisogna dimenticare l'olezzo che si sente dovuto agli scarichi fognari e industriali che ancora non depurati si versano nel fiume olona. Girando su internet ho visto che lungo il corso dell'olona ci sono ben 50 scarichi civili non depurati e che contribuiscono per la maggior parte all'inquinamento del fiume. Tra l'altro chi percorre la pista può osservare un grosso scarico (credo industriale) tra solbiate e olgiate dopo il quale il fiume è inguardabile.
  • 4/6/2007 - Paolo
    PRIMA NULLA, ORA TROPPO...?? SPERIAMO DI NO!
    La pista ciclabile della valle olona è un progetto "spontaneo", nasce dall'identità stessa del territorio!
    Sono ormai un po' gli anni trascorsi percorrendo a piedi, in bici quei sentieri cercando di portare i miei amici, i miei nipoti per sensibilizzarli alle bellezze del nostro territorio, per rimetterli in contatto con una natura, seppure molto antropizzata, affascinante e... finalmente vedo qualcosa di positivo, qualcosa che valorizza la nostra valle olona.
    Ho solo una preoccupazione... per ora ho visto che i lavori fatti sono stati ben contestualizzati con il resto del territorio e mi auguro che le azioni di completamento previste siano ancora così sostenibili.
    Dico questo perchè spero che la pista ciclabile non venga dotata di:
    - parcheggi e parcheggioni in quei pochi campi rimasti nel fondo valle (i quali sono parte fondamentale del paesaggio e, forse, uno dei motivi per i quali la gente percorre la pista ciclabile);
    - quei pessimi lampioni di colore arancio, la pista ciclabile non deve essere una pista di atterraggio per aeroporti, li ci dormono animali e la gente, anche se illuminata, non intende sicuramente andare di notte a percorrerla.
    BENE CIAO A TUTTI
     
  • 2/5/2007 - Sergio

    Sopralluogo: Sono andato a provare la citata ciclabile: ottimo lavoro per il tratto da castellanza a fagnano, manca forse un pochino di ombra sul tracciato pensando alla calura di giugno e luglio, ma per il resto ottimo lavoro.

    Qualcuno ha gia' percorso il tratto da Fagnano a Castelseprio? Hanno gia' iniziato a sistemarlo? E' percorribile in bicicletta senza troppi drammi anche se il fondo ovviamente non sara' al livello del tratto precedente che e' gia' stato completato?

    • 2/5/2007 - Giuseppe Goglio
      Il tratto fino a Torba è in progetto, già stanziato, per l'anno prossimo, con inizio dei lavori in autunno. La tratta è percorribile praticamente tutta fino a Lozza. Se vuole saperne di più pèuò trovare tutto il percorso nella sezione Tempo libero.
       

  • 2/5/2007 - Veronica
    collegamenti
    ora che la pista ciclopedonale è stata realizzata, bisogna sottolineare come per i cittadini di gorla minore manchi un collegamento a questa. In effetti per raggiungerla in completa sicurezza bisogna utilizzare l'auto dato che le strade di fondo valle sono altamente trafficate e il passaggio a prospiano (scalette) spesso è ricoperto da rifiuti. Non è possibile fare qualcosa? magari utilizzare il passaggio del collegio Rotondi e collegarlo alla pista??
     

  • 13/9/2006 - emi
    Gran bella idea, ma quando? Ho visto recentemente buone iniziative da alcuni comuni come ad esempio Gorla Minore che ha provveduto questa estate a tagliare erba e erbacce lungo il sentiero in valle che va da Prospiano fino alla vecchia stazione di Gorla, ho visto che per la festa in valle, Olgiate ha provveduto a pulire gli argini dell'olona permettendo a chi come me ogni tanto corre lungo la valle di farlo piacevolmente, ma che dire degli altri? Personalmente ho richiesto al comune di Marnate di tagliare erba ed erbacce lungo l'argine dell'olona, ma non ho visto nulla. Un vero peccato, perchè basterebbe un piccolo impegno da parte di ogni amministrazione e senza dover costruire nulla di galattico, la nostra valle è già provvista di un percorso che le gente già utilizza ma che verrebbe ancor più sfuttato se tenuto in ordine. Speriamo che prima o poi si muova qualcosa (ho letto recentemente che tra breve inizieranno i lavori da Castellanza a Solbiate), così da poter riscoprire la bellazza della nostra Valle Olona.
    Una piccola postilla che non c'entra con la pista ciclabile: ma perchè continuano tutti a chiamarlo treno della Valmorea? lungo la "nostra" valle si è sempre chiamato TRENO DELLA VALLE OLONA.

     

  • 23/8/2005 - Gianfranco
    Pedalo con moderazione per cercare di star bene in begli ambienti. Mi permetto di consigliare a tutti la lettura del "Piccolo trattato di ciclosofia" di Didier Tronchet, edizioni Pratiche Editrice. Qualche risata la si fa, unita alle pedalate produce ulteriore salute. Speriamo prima o poi di pedalare anche dalle parti dell'Olona...

    • 5/9/2005 - Geppe
      "Ho avuto modo di leggere quel libro, che tra l'altro è disponibile in diverse biblioteche della Valle. In effetti l'ho trovato interessante, anche se a volte mi sembra che l'autore si sia spinto un po' troppo all'eccesso. Per esempio, quando dedica un capitolo a filosofeggiare sul fatto che gli hanno dato una multa per essere passato con il rosso. Comunque, una lettura gradevole e che potrebbe aiutare tante persone, soprattutto alcuni automobilisti, ad apprezzare i vantaggi della bicicletta e non a guardarla solo come intruso all'alta velocità dei loro mezzi".
       

  • 17/7/2005 - Cinelli
    "E' un'idea stupenda, che finirà nel nulla come tutte le cose intelligenti".
     

  • 26/5/2005 - Sun
    "Mah! Vedo tante belle idee e un ottimo senso civico, però ci vogliono i fatti.

    Uno di questi fatti è che le strade della valle Olona sono strette, sfido chiunque a dire il contrario.

    Quando il ponte di Cairate è stato chiuso per lavori di manutenzione le stradine della valle sono state ingombrate dal traffico pesante e bisogna tenere conto che i pullman ci passano abitualmente.

    Siccome il ponte ha bisogno di una regolare manutenzione e quindi ogni tot andrà chiuso, non Vi sembra un'idea più saggia allargare un poco le strade (basterebbe mezzo metro) per far transitare comodamente sia il traffico leggero che quello pesante? La pista ciclabile e marciapiede per i pedoni sono senz'altro indispensabili assieme all'allargamento della strada.

    Quindi invece di scornarsi sul bollo per biciclette e altre stupidate varie perchè non coalizzarsi su cose intelligenti e utili per TUTTI.

    Ottima anche l'idea il ripristino della ferrovia come mezzo di collegamento tra i vari paesi".

     

  • 14/4/2005 - Enzo
    "
    Quando ho provato a fare jogging lungo l'Olona da Marnate verso Solbiate ho dovuto respirare aria maleodorante proveniente dall'Olona e dalle fabbriche presenti in quel territorio. Risultato devo andare fino al parco di Legnano per fare jogging.
    Non è il caso di bonificare il territorio prima di fare una pista ciclabile dove bisogna tapparsi il naso !!!".

     

  • 8/4/2005 - Lateresa
    "Vi ho scoperto solo stamattina, l'idea di un parco e di una pista ciclabile è meravigliosa. Spero che la pista si faccia subito, Saluti a Tutti".
     

  • 1/4/2005 - Adelio
    "
    salve a tutti , sono un podista saluterei con grosso entusiasmo una pista ciclabile dove potersi allenare anche a piedi".
     

  • 20/9/2004 - Billy
    "Sono già diversi mesi che si discute di questa coesa, e dei ventilati progetti ancora nessuna traccia, che abbia ragione Fausto?

  • 13/7/2004 - Vale
    "E' uno scandalo come la valle sia stata lasciata andare in scatafascio. Ad ogni tornata di elezioni tutti promettono ma nessuno fa. Basta guardare come l'amministrazione comunale (tutte, nessuna esclusa) hanno lasciato andare il percorso vita di Solbiate! Ora promettono di rimetterlo a posto. Sarà vero?
    Quella della pista ciclabile, poi, mi sembra l'unica idea decente che gira in valle negli ultimi tempi: se si evitasse di fare rotonde in posti che non ne necessitano assolutamente i soldi sarebbero già disponibili!!"
     

  • 23/6/2004 - Pc
    PROPOSTA PER UN SISTEMA DI PISTE CICLABILI
    La formazione di una rete di piste ciclabili nel territorio della Valle Olona, non solo in quanto struttura per il tempo libero, ma anche in quanto infrastruttura viabilistica importante per tutta l'area, è assolutamente necessaria.

    SISTEMA DI MOBILITÀ METROPOLITANO
    In altri Paesi europei le piste ciclabili sono pensate non tanto come struttura turistica o sportiva, quanto come un vero e proprio strumento di mobilità pubblica affiancabile alla rete ferroviaria. Se si prende in considerazione la Rand-Stad olandese (Rotterdam, Delft, Den Haag, Leiden, Haarlem, Amsterdam, Hilversum, Utrecht) o Berlino, ci si accorge che il sistema di ciclopiste è un sistema di mobilità metropolitano. In particolare la Rand-Stad (letteralmente "città-margine"), in quanto anello di città legate dalla continuità edilizia, presenta notevoli affinità con la situazione urbana della Valle e dei centri di Busto, Gallarate, Castellanza e Legnano. Nel caso olandese è stato realizzato un sistema sovracomunale di ciclopiste a cui sono collegati i percorsi ciclabili comunali.
    La conurbazione lineare del Sempione e dell'Olona (Gallarate, Busto Arsizio, Castellanza, Legnano e i paesi della Valle) è oggi comparabile per densità edilizia e dimensione a realtà urbane quali Milano e la Brianza Milanese, ciò nonostante le infrastrutture viabilistiche pubbliche mancano, se escludiamo le reti ferroviarie milanocentriche e un arretratissimo sistema di trasporto intercomunale per mezzo di bus. In Italia, sino a ora, sono stati pochi i progetti di reti di ciclopiste e quelli realizzati sono stati pensati come attrezzatura per il tempo libero. Solo in poche grandi città vi è un sistema di piste organizzato che offre un modo alternativo per muoversi, mentre in realtà più piccole ci si è limitati ad attuare solo brevi tratti, che, proprio perché limitati e isolati, riscuotono scarso successo.
    La realtà urbana del Sempione e dell'Olona, poiché è policentrica, necessita di una rete ciclabile sovracomunale il cui tracciato colleghi strategicamente i nuclei. Il successo di questo progetto dipende anche dal tempo necessario affinché le abitudini delle persone si modifichino: infatti, oggi usano la bici per lo spostamento casa-lavoro solo pochi salutisti e le persone che non possiedono un altro mezzo di trasporto.

    PARCO DELL'OLONA
    La creazione di una pista ciclabile che unisca i paesi della Valle da Legnano a Castiglione con collegamenti a Busto e Gallarate potrebbe essere anche uno dei primi importanti passi per l'istituzionalizzazione del Parco "industriale" della Valle Olona. Se il progetto del Parco è realmente condiviso, l'occasione di formare una struttura forte che leghi le realtà urbane  e sociali dell'Olona non deve essere persa.
     

  • 10/6/2004 - Fausto
    "ogni tanto percorro in bicicletta la valle da castellanza a torba e faccio qualche commento:
    - sono almeno 15 anni che si parla della pista ciclabile
    - non mi sembra che la cosa interessi a molti
    - mi sembra che l'approccio sia sempre il solito italiano, vogliamo lo stanziamento di miliardi per fare una cosa megagalattica cosi' un po' me resteranno in tasca
    - gia' adesso c'e' spazio per divertirsi, se qualcuno vuole la pista ciclabile, che almeno pratichi quanto allo stato attuale e' praticabile, se poi funziona si potra' fare un progetto".
    ciao
    fausto

    • 15/6/2004 - Vivi
      "Ciao Fabio. Purtroppo, non posso far a meno di essere d'accordo con te, almeno in parte. Però questa volta voglio cercare di essere un po' più ottimista, perchè:
      - se il progetto è vero che è già stato finanziato, allora qualche cosa dovranno pur fare qualche cosa, anche solo per avere qualche 'cosa' che gira per le mani
      - secondo me sono in diversi a essere interessati alla pista ciclabile, io per prima
      - l'esempio del lago di Varese mi sembra un ottimo modello da seguire
      - l'idea potrebbe comunque segnare un rilancio per la Valle, magari facilitando il ripristino della ferrovia".
       

  • 26/4/2004 - PC
    "è una pessima idea, pensata esclusivamente e unicamente con un fine propagandistico. Servirebbe una pista ciclabile che collegasse tutti i centri della valle, ma occorrerebbe tracciarla non a fondo valle, ma dove servirebbe come vero sistema di mobilità alternativo all'automobile, ovvero in costa e passante per i nuclei abitati.
    A fondo valle una pista ciclabile si utilizzerebbe solo nel tempo libero o solo con una prospettiva di incremento turistico e di zone per il tempo libero e lo sport. Credo però che visto l'inesistenza di una rete ciclabile, spende soldi per una pista che ha come unico scopo quello "turistico-propagandistico" sia sbagliato; meglio sarebbe pensare ad un vero e proprio sistema di vie ciclabili. I sindaci della valle farebbero meglio ad investire ed a fare pressione a livello provinciale e regionale per riattivare la linea della Val Morea, almeno come linea tramviaria".
     

  • 15/3/2004 - Antonello Colombo
    "Non è più solo un progetto!
    All'inizio di Marzo la provincia di Varese ha convocato noi sindaci per comunicarci l'avvenuto finanziamento per la realizzazione del primo tratto Castellanza - Torba . Ritengo perciò ormai vicina la sua realizzazione".

    • 2/4/2004 - Annalisa
      " Se, da come suppongo lei è veramente il Sindaco di Solbiate, allora mi auguro veramente che abbia ragione"

       

  • 7/3/2004 - Marco
    "L'idea é valida bisognerebbe anche salvaguardare il patrimonio storico della ferrovia della Valle Olona non vi pare?"

    • 6/3/2004 - Giuseppe Goglio
      "Questo è fuori discussione. Infatti il progetto allo studio affianca la pista ciclabile alla ferrovia, il cui recupero interessa un numero sempre maggiore di persone, noi per primi. La pista ciclabile inoltre, essendo più facile e veloce da realizzare, può servire da 'spinta' anche per il progetto della Valmorea".

  • 14/1/2004 - Annalisa
    "Magari! Sarebbe troppo bello se si facesse veramente. Ho visto quella intorno al Lago di Varese e devo dire che mi è piaciuta moltissimo".

  • 18/10/2003 - Salvo
    "Perchè invece di spendere soldi per le biciclette, non sistemiamo le strade? A meno che non mettiamo un bollo sulle biciclette e facciamo questa pista con quei soldi".

    • 22/10/2003 - Marcella
      "Mi sembra che i ciclisti paghino un prezzo già abbastanza alto, in termini di sicurezza e di salute, per la mancanza di educazione e civiltà di troppi automobilisti che non rispettano le biciclette e inquinano".

      • 4/1/2004 - Salvo
        "Prima pensate a 'pagare' veramente come tutti gli utenti delle strade, e poi potrete parlare! E poi, smettetela di essere di intralcio alle auto".

        • 12/2/2004 - Marcella
          "Guarda, mi fai solo pena. Non meriti neanche una risposta...."

        • 15/2/2004 - Ziggy
          "Perchè non ci dai il tuo numero di targa, visto che ti senti tanto forte? Non è che sei così obeso da non riuscire neanche a salirci, su una bicicletta?".

 

Home page  

Inizio pagina