Imprenditori e finanziatori rischiarano l’orizzonte di Pedemontana

Undici manifestazioni di interesse da parte di privati, non vincolanti, per portare a termine il progetto

Se non proprio buona, almeno una notizia incoraggiante per Pedemontana. Dopo mesi di incertezze e spazio a ogni più fosca previsione, si apre qualche spiraglio per tornare a parlare del collegamento autostradale lombardo in termini costruttivi, quasi letteralmente.

Merito non certamente delle istituzioni, praticamente defilatesi dopo le inaugurazioni delle prime tratte e limitatesi da diversi anni a questa parte ormai a dichiarazioni di circostanza o poco più. Tra tutte, la mai realistica prospettiva di togliere i pedaggi sulle tangenziali di Varese e Como.

Anzi, in un momento in cui le infrastrutture avviate prima delle ultime elezioni sono viste dall’attuale Governo come fumo negli occhi, assistere a un accenno di presa di posizione da parte del mondo privato è un importante segnale di risveglio.

In sostanza, a seguito della  consultazione preliminare di mercato indetta da Autostrada Pedemontana Lombarda, operazione volta ad acquisire informazioni ed elementi utili alla definizione e indizione di procedure di gara relative alla progettazione, esecuzione e gestione del collegamento Dalmine, Como, Varese, il valico del Gaggiolo e delle opere connesse, la società ha reso noto l’invio di undici manifestazioni di interesse da parte di operatori economici in forma singola o aggregata.

Importante precisare, al momento niente di realmente impegnativo. Tuttavia, un importante segnale di interesse per un’infrastruttura nella quale il tessuto produttivo locale vede sempre più una ragione di competitività, e prima ancora di sopravvivenza.

“Abbiamo emesso un avviso di consultazione preliminare non impegnativa rivolta ai soggetti potenzialmente interessati sia per la realizzazione sia per il finanziamento dell’opera – afferma  Andrea Mentasti, presidente di APL -. Hanno manifestato interesse operatori di primaria importanza sia dal mondo delle costruzioni sia da quello finanziario, a dimostrazione della validità dell’opera e delle realistiche e concrete prospettive di traffico”.

Ora, pedemontana fornirà a ogni partecipante tutte le informazioni sul processo di realizzazione dell’opera e del relativo finanziamento, cercando inoltre di ottenere da ciascun soggetto ogni indicazione utile per ottimizzare il funzionamento dell’iniziativa.

“Autostrada Pedemontana Lombarda dimostra di essere percepita dal mercato come più solida e credibile sul versante della progettazione e della completa realizzazione dell’opera”, conclude Mentasti.

Pubblicato il: 4 Dicembre 2018

Un pensiero riguardo “Imprenditori e finanziatori rischiarano l’orizzonte di Pedemontana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.