Percorrendo la Via Francisca, il Festival ritrova la tappa fissa di Artistica-mente

Il convegno annuale proposto da CRT Teatro Educazione arriva a Solbiate Olona per parlare di arte e ambiente

Arrivato all’ottava edizione, iniziata lo scorso settembre, attraverso il Festiva della Valle Olona il CRT Teatro- Educazione di Fagnano Olona rinnova la combinazione tra arte e ambiente. Due aspetti solo all’apparenza difficili da coniugare, come infatti ha saputo dimostrare in questi anni l’iniziativa voluta e guidata ancora oggi dal professor Gaetano Oliva.

La spinta sulla quale è nato il Festival è infatti aiutare i cittadini a riscoprire la propria Valle Olona, in una prospettiva di vita più naturale e maggiormente legata al territorio, creando momenti di discussione sui problemi relativi alla presenza dell’uomo e al suo impatto sull’ambiente.

L’idea del Festival non è proporre una serie di appuntamenti spettacolari, quanto invece sviluppare un processo culturale attraverso le arti espressive, pensate come veicolo educativo e di formazione, per portare a cambiamenti duraturi e reali. L’obiettivo è così sfruttare la potenza comunicativa dei linguaggi artistici per permettere un approccio alla complicata questione dei problemi ambientali con modalità diverse, nuove e caratterizzate da una significativa carica espressiva.

Uno degli appuntamenti più importanti è il convengo Artistica-Mente proposto nella seconda parte di novembre. Quest’anno, l’appuntamento è in calendario sabato 17, affrontando il tema La via Francisca del Lucomagno. La valorizzazione del patrimonio culturale: arte, territorio, ambiente, presso il centro socio-culturale di Solbiate Olona.

Un tema sviluppato sotto diversi aspetti Durante la mattinata interverranno quindi Ferruccio Maruca, responsabile dell’Area Istituzionale ed Economica dell’Ufficio Territoriale Lombardia a Varese e vice presidente dell’associazione Amici della via Francisca, un rappresentante dell’associazione Ecomuseo della Valle Olona, Giuliano Mangano, docente di lettere nonché regista e scrittore e in ultimo un rappresentante dell’associazione Free wheels onlus che si occupa di dar voce e realizzare cammini anche per coloro che hanno specifiche esigenze dando un messaggio di uguaglianza senza barriere ne confini.

Al pomeriggio invece, spazio dedicato ai workshop: scrittura creativa a cura della docente Serena Pilotto, laboratorio di movimento creativo a cura dello specialista Gian Paolo Pirato e laboratorio di manipolazione dei materiali a cura di Ornella Nicola e Mario Pariani dell’associazione HumanitArs14 – coworking art project. L’intera giornata sarà coordinata dal direttore artistico del CRT Teatro Educazione EdArtEs di Fagnano Olona, il professor Gaetano Oliva.

L’iniziativa a partecipazione gratuita è naturalmente  rivolta a tutta la cittadinanza. “Il 2018 è l’Anno Europeo del patrimonio culturale – sottolinea Gaetano Oliva -. Il patrimonio culturale ha un valore universale per ciascuno di noi, per le comunità e le società, è importante conservarlo e trasmetterlo alle generazioni future”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.