Confidando nella pioggia: la lotta contro il tempo, e non solo, dei girini a Solbiate

Il futuro incerto di una colonia sfornata in una pozzanghera da qualche rana frettolosa

Tra le tante manifestazioni di rinascita della Valle Olona, oltre al ritorno di tanti fiori e animali, lungo un tracciato secondario del fondovalle di Solbiate Olona questo impeto della natura porta anche a situazioni strane. Curiose e per certi versi anche un po’ preoccupanti.

Nel mezzo di un sentiero dove passa regolarmente un trattore per lavorare in un campo nei pressi del viadotto di Pedemontana, a ridosso del fiume poche decine di metri dopo il ponte che alcuni locali chiamano Della Tiritera, le piogge delle scorse settimane hanno creato diverse pozzanghere persistenti nei solchi lasciati dalle grandi ruote.

Fino a qui, niente di particolare o insolito. Almeno però, fino al momento del passaggio di qualche rana. Forse impaziente di liberarsi del proprio carico di amore primaverile, forse solamente con una visione eccessivamente limitata del mondo, ha pensato bene di sfornare qualche centinaio di girini in questo ridotto specchio d’acqua.

Simpatico e al tempo stesso inquietante il risultato. Mentre questa colonia tanto frenetica quanto ordinata cresce in numero e dimensioni, le giornate calde provocano un impietoso restringimento dell’area vitale. In pratica sempre meno spazio per sempre più girini in crescita a vista d’occhio.

In una inesorabile lotta contro il tempo, per buona parte di loro il destino sembra segnato. Se sole e caldo dovessero avere la meglio sulle precipitazioni, con le pozzanghere destinate quindi a essiccarsi prima di essere alimentate dalla pioggia successiva, una lotta all’ultima goccia per la sopravvivenza sembra destinata a lasciare spazio a un numero molto ristretto di rane sopravvissute. L’unica possibilità, augurarsi che l’insolita sequenza di temporali quotidiani continui abbastanza da completare il ciclo evolutivo e poter prendere il largo gracidando tra la vegetazione circostante.

A meno che, qualcuno armato di veramente tanta buona volontà abbia tempo e voglia di prendersi cura di loro tutti i giorni, trasportando acqua dal vicino fiume alle pozzanghere per garantire il livello minimo di sopravvivenza.

Senza dimenticare infine come nel frattempo però, il prossimo passaggio del trattore possa sempre scrivere la parola fine, non esattamente lieta, a questa insolita storia.

Il video della colonia di girini in movimento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.